SITOX
Società Italiana di Tossicologia
Via Giovanni Pascoli, 3
20129, Milano
C.F. 96330980580
P.I. 06792491000
T. 02-29520311
sitox@segr.it
iso-9001
contattaci

News dai social

SITOX è presente sui principali social network, per dare visibilità alla sua attività, divulgare le tematiche di studio e mettere a conoscenza gli utenti degli eventi organizzati.
In questa pagina è possibile visualizzare tutti i post che pubblichiamo anche su Facebook.

16 gennaio 2019
span-class-medium
#Famaci, la truffa corre sul web: sequestrate 4000 confezioni nel 2018.

Oltre 150 #irregolarità nella filiera del farmaco, complessivamente più di 2.000 pacchi postali con medicinali non dichiarati, per un totale di 4.000 confezioni sequestrate contenenti 111.000 fiale e compresse. Denunciate di 256 persone. È il resoconto emerso dalla campagna di controllo delle #vendite #online fatte nel 2018 dai Carabinieri del Nas. Lo segnala Federfarma.
L’acquisto dei farmaci su Internet è sempre più diffuso, e con esso anche la #contraffazione #farmaceutica. Secondo le campagne di controllo sulle vendite online da parte dei Nas, quello legato alla vendita illegale dei farmaci è il fenomeno più preoccupante.
In Italia, l’acquisto online dei farmaci da banco (quelli che non richiedono la prescrizione medica) è legale, tutti gli altri sono vietati. L’acquisto può essere effettuato solo sui siti di farmacie autorizzati dal Ministero della Salute che, ovviamente, vendono farmaci nel rispetto della normativa vigente.

Sulla loro homepage hanno il marchio di sicurezza europeo, che riporta direttamente al sito del Ministero della Salute, dove vengono elencate tutte le farmacie digitali certificate. Il problema sono le cosiddette e-pharmacy non autorizzate e illegali, dove chiunque dotato di una carta di credito può acquistare il farmaco prescelto al di fuori di qualsiasi controllo medico.
I motivi che spingono ad acquistare online attraverso questi canali possono essere tanti. Innanzitutto, in questi siti vengono venduti illegalmente farmaci che necessitano della prescrizione medica, ma che ovviamente si possono acquistare senza e dunque si evita il problema di procurarsi la ricetta.

Spesso si acquistano farmaci per problemi per i quali il paziente, per ragioni di vergogna o pudore, non ne parla al medico e/o al farmacista e quindi comprando online si risparmia l’imbarazzo. Oppure, si acquista online perché si ha la consapevolezza che quel determinato farmaco è illegale, come quelli utilizzati per il doping.

Inoltre, il loro prezzo spesso è inferiore, ma è un risparmio pericoloso e illusorio perché neanche l’offerta più vantaggiosa può giustificare i rischi legati all’acquisto di farmaci contraffatti. È proprio questo il rischio che si corre, quello di acquistare un farmaco contraffatto dove magari il principio attivo è inferiore a quello normalmente previsto per quel farmaco, o mancare del tutto, portando al fallimento della terapia. Oppure il contrario: la sua quantità è superiore, e in questo caso si possono verificare effetti #tossici per l’organismo. Inoltre, nei medicinali contraffatti spesso si trovano sostanze nocive addirittura come - un esempio su tutti - il glicole etilenico, un comune antigelo.
I prodotti più ricercati sono i farmaci per migliorare le prestazioni sessuali, gli anabolizzanti per aumentare la massa muscolare e le pillole dimagranti che spesso sono sotto forma di integratori alimentari a base di erbe.

Gli integratori alimentari con ingredienti botanici sono una classe di prodotti molto soggetta a contraffazione, perché estremamente popolari, e sono molto popolari perché è usuale pensare che tutto ciò che «arriva dalla natura» è automaticamente sicuro, anche se di provenienza illecita.

Nelle e-pharmacy illegali si stanno facendo strada anche terapie costosissime come gli anticorpi monoclonali per il cancro e farmaci per l’epatite C.
Rivolgersi al proprio medico o al proprio farmacista è il modo più sicuro per affrontare correttamente i propri disturbi e, se necessario, per avere la prescrizione di un farmaco il quale è tracciabile, garantendo così la sicurezza e la qualità.

Vai all’articolo: https://www.federfarma.it/Edicola/Ansa-Salute-News/VisualizzaNews.aspx?type=Ansa&key=27456
Invia un messaggio a SITOX
Riceveremo il tuo messaggio e la segreteria ti ricontatterà il prima possibile.


SITOX | Società Italiana di Tossicologia
Via Giovanni Pascoli, 3 - 20129 Milano | Tel: 02-29520311 | Email: sitox@segr.it